Delitto di paese.

Un delitto è sempre un brutto affare. Il delitto di una ragazzina di 15 anni 
lo è ancora di più. Se l'omicida è un membro della famiglia parte lo scandalo. 
Se il tutto avviene in un paesino di poche migliaia di anime nel profondo sud 
siamo nel campo della mitologia.

Maledetto quel 26 agosto...

Un piccolo paese del sud Italia stravolto da una storia degna di un giallo 
holliwoodiano. Una semplice ragazzina di 15 anni si trova di fronte un 
fantasma, che la uccide e (forse) ne sevizia il corpo una volta spirata. Poi, 
con indifferenza e semplicità, la carica in macchina e la trascina nelle 
campagne avetranesi, dove la seppellisce e ricopre il tutto con estrema calma e 
raziocinio. Dopo 43 giorni di psicosi ed ipotesi di novelli Sherlok Holmes ("E' 
scappata con un uomo", "Aveva 1500 contatti Facebook, la chiave è lì", "Era 
depressa") viene fuori l'insospettabile. Lo zio, Michele Misseri, confessa 
omicidio e violenza necrofila alle forze dell'ordine dopo un interrogatorio di 
10 ore. Notizia data, casualmente, in diretta nazionale durante la trasmissione 
'Chi l'ha visto?', condotta dalla sobrissima Stefania Sciarelli, che tra uno 
stupro ed un sequestro trova perfettamente il modo di infilarci la pubblicità 
della Fiat. Come dire, se dovete uccidere, sequestrare e seppellire vostra 
nipote, almeno fate aumentare il fatturato Rai.

Si scatena un'ondata di follia in tutta la penisola. Chi sviene pensando 
all'orribile reato, chi tira fuori dagli archivi giuridici improbabili 
possibilità di pena di morte, chi lo vorrebbe lasciare ai carcerati. 

Sì, state pensando che siamo un paese civile. Lo siamo eccome. Difatti l'orco 
di Avetrana (ribattezzato così dopo pochi secondi dalla confessione!) diviene 
improvvisamente il capro espiatorio dei mali del mondo. Stavano per 
attribuirgli anche l'attentato alle Twin Towers e il terremoto di San Francisco 
del 1906 se il 15 ottobre la figlia, nonchè cugina della neo pop-star Sarah, 
non fosse stata incriminata per concorso in omicidio, concorso in occultamento 
di cadavere e sequestro di persona. I giustizialisti del mercoledì precedente 
si trasformano improvvisamente in sensitivi con doni sovraumani. Tutti lo 
sapevano. Tutti ne erano al corrente. Quello che era l'uomo peggiore del mondo 
diviene ora il pater familias della familias più degenerata del globo. 

La storia della povera Sarah ha contorni macabri e animaleschi, su cui credo 
sia doveroso tacere ma lasciare tutto al vaglio di inquirenti e magistratura, 
che svolgeranno senza dubbio con perizia il proprio dovere. Credo invece sia 
d'obbligo spendere solo quattro parole sugli italiani: UN POPOLO DI CAPRE. 
Giustizialisti all'occorrenza, sensitivi appena ce n'è possibilità.  Opportunisti dell'ultima ora, che si cibano di miserie umane dalla carcassa della D'Urso la domenica pomeriggio. Sciacalli senza ritegno, maniaci dell'orrore ed irrispettosi di una vita umana così presto tolta all'innocenza. 
Il 'fantasma'dell'assassino necrofilo lo troveranno i magistrati. Io per ora ho 
trovato solo scheletri necrofagi in giro per le strade.

Ed ora chiamatemi Messia.

Di Lorenzo Alemanno.
Advertisements
  1. Salve,

    mi chiamo Matteo Marini, ho 18 anni e sono il Direttore e Caporedattore resonsabile di un giornale on line il cui nome è Wild Italy ( http://www.wilditaly.net ).

    Trattiamo svariati argomenti: dall`attualita` alla politica, passando per arte e spettacolo, sport, ecc.

    L’obiettivo che ci vogliamo prefiggere è il fare libera informazione in uno Stato che libero ormai non lo è più. Mi spiego meglio: vogliamo far sì che Wild Italy sia una “piazza virtuale” dove le persone possano esprimersi liberamente, senza l’ansia e la paura di essere censurati.
    Wild Italy è prettamente on line con qualche uscita mensile su carta stampata che viene distribuita in alcune zone di Roma.

    L’unica passione che tiene unita la mia squadra, è il piacere della scrittura e la consapevolezza che nel nostro piccolo stiamo dando battaglia alla tremenda disinformazione che attanaglia il nostro paese, tentando di instillare un pò di coscienza critica.

    Detto questo, vi vorrei fare i complimenti per il vostro blog. Avete postato delle cose ben scritte e penso che voi siate veramente bravi.
    La domanda che vi vorrei fare e` la seguente: vi potrebbe interessare scrivere per il nostro giornale?

    Scrivereste in completa autonomia, con la vostra user e la vostra password che provvederemo a creare nell`eventualita` di un riscontro positivo da parte vostra.
    Premetto che abbiamo una media di 500/700 lettori al giorno e anche la nostra pagina di facebook, conta 1.691 sostenitori.

    Pensateci e fatemi sapere…
    Un saluto

    Matteo Marini

    • Giovanni Ugo
    • 17 ottobre 2010

    Ciao Matteo. Prima di tutto grazie per i complimenti e altrettanti a te e al tuo fantastico giornale! Ancora non mi sono confrontato con la redazione cosa che farò al più presto, quindi per una risposta definitiva devi aspettare ancora un po’. Personalmente, sono disponibilissimo e anzi felicissimo a pubblicare i miei articoli su WildItaly. Però, se a voi va bene, vorrei anche continuare con questo progetto che è iniziato difatti poco fa e di cui, senza false modestie, vado orgoglioso. In poche parole, i miei articoli sono vostri, a patto che li possa pubblicare anche qua. Appena sento la redazione ti faccio sapere anche per gli altri. Quindi, a presto!
    Saluti (:
    Giovanni.

  2. Grazie Matteo, quoto Giovanni…
    [Giovanni organizza una discussione via msg su facebook appena puoi, che ne parliamo tutti, mi alletta molto l’idea… :)]

  3. fatemi sapere…vi lascio i miei contatti:

    skype: redazionewilditaly

    gmail: redazione.wilditaly@gmail.com

    facebook: Matteo Marini

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: