Egitto in rivolta

In queste ore si sta inasprendo la guerriglia per le strade di Il Cairo e di tutto l’Egitto. Sulla scia delle rivolte in Tunisia, il popolo egiziano si sta mobilitando per conquistare la democrazia. Il bilancio di questo “Venerdì della collera” è tragico: 7 morti di cui un ragazzo quattordicenne, 410 feriti e 500 arresti.

Il canale live dell’emittente al jazeera è stato oscurato in tutto il paese, i cellulari isolati e internet bloccato. Alcuni reporter stranieri che stavano semplicemente documentando lo svolgimento degli scontri sono stati fermati e picchiati dalla polizia.

Migliaia di manifestanti si sono riversati per le strade del paese in cui vige lo stato di emergenza dal 1981 e che ha permesso a Mubarak di dichiarare il coprifuoco, ignorato da molti, e di far intervenire l’esercito. Nel 2010 lo stato di emergenza è stato prolungato ulteriormente per altri due anni così permettendo alla legislazione di dare ampi poteri alla polizia in materia di arresti e di detenzione per periodi illimitati, e permette il ricorso ai tribunali speciali gestiti dal governo.

Il leader dell’opposizione egiziana ElBaradei sembra sia stato messo agli arresti domiciliari, anche se altre fonti affermano che si trovi nella propria casa oppure tra i manifestanti in un corteo pacifico. Era di stamani la notizia che alcuni drappelli della polizia ad Alessandria si sarebbero rifiutati di lanciare i lacrimogeni ai manifestanti.

Sta di fatto che il governo sta reprimendo la protesta nel sangue, nel terrore e nella violenza, non consapevole che se ad un popolo viene tolta la libertà, prima o poi il popolo se la riprende. Così come sta accadendo in Tunisia ed Albania.

Dalle nostre case abbiamo il dovere morale di seguire con attenzione ed apprensione tutto ciò che sta accadendo in Egitto. Al posto di quel popolo potevamo, possiamo, potremmo esserci anche noi.

Stiamo vicini, con la mente e con il cuore, a questi nostri concittadini del mondo, che stanno lottando per i propri diritti, la propria libertà, la propria dignità.

Enrico Anconelli

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: